trova le differenze

3 Jul

Le relazioni umane: queste sconosciute!
Non si riesce mai a sopravvivere in questa giungla di ansie da prestazioni, insicurezze, prevaricazioni, vendette, comunicazioni verbali e scritte. Non si riesce mai a esprimere la propria opinione semplicemente per quella che è. Non c’è verso. Non riusciamo a semplificare le cose, ci risulterebbe così banale esprimere una pura e semplice opinione. Non ce la si fa.
Pensavo a questo, riflettevo sui dialoghi, gli incontri e gli scontri (e tutti i miliardi di emozioni che ci lasciamo alle spalle per giustificare le nostre a volte ignobili reazioni) e sulla bellezza della diversità. Il mondo è bello perchè è vario?
Mi permetto di affermare che manca la conditio sine qua non: purchè ne accettiamo la diversità.
Finchè stiamo fermi a guardare il prossimo con la lente d’ingrandimento e proviamo a cercargli il difetto, la conditio sine qua non, in pratica, non esiste. E’ così che sembrano andare avanti il 60% dei dialoghi uomo-donna a tutti i livelli.
Riflettevo sulla diversità che a volte noi, con rabbia, identifichiamo come negativa. Non è sempre così. Bisognerebbe impegnarsi un po’ di più a capire e non giudicare, ad ascoltare e non a parlare, a riflettere prima di sputare sentenze. Bisogna innanzitutto avere pazienza e due belle spalle grosse sulle quali far scivolare molti inutili malintesi.
Non c’è verso che una donna, ascoltando un battibecco uomo-donna, dia ragione all’uomo. Presa di posizione?
Credo semplicemente che l’uomo e la donna siano mondi diversi in grado di completarsi, ma che dovrebbero provare quel piccollo passo, quello sforzo, che con il contributo di entrambi i lati si sintetizzi nella tanto ambita “comprensione”.

Comprendere, abbracciare, farsi carico di, e capire. Capire le ragioni dell’altro. Dimostrare attenzione e rispetto per le parole altrui, e per tutto quello che si nasconde dietro queste parole. A volte siamo solo molto concentrati sulle nostre debolezze per prestare ascolto a quelle altrui, e per capire che le nostre non sono debolezze e che davanti a noi non c’è sempre e solo un muro invalicabile.

 

No comments yet

Leave a Reply