mi mancava la musica

23 Mar

Le ho provate tutte, e poi ho sperato nell’arrivo della primavera.

Ero stanca, avevo i nervi a pezzi, il broncio e le mani conserte.

Ho pensato “mi servirà un massaggio”, e l’ho fatto, e non è cambiato niente.

Ho apprezzato i vari “sarà il cambio di stagione” o anche “è perchè non fai una dieta sana”, e perchè no, anche “l’attività fisica è necessaria”.

E allora vai di dieta, e di palestra (attualmente ne ho visitate tre), e di passeggiate nel tempo libero, ma ancora quella pesantezza sul cuore non se ne andava. Aspettavo la primavera e provavo a risolvere tutti i problemi che incontravo sulla strada.

E all’improvviso è stato un attimo: concerto degli Zu, ultima data romana.

Leggerlo e andarci è stato tutt’uno, e poi la musica è entrata nello stomaco.

Lentamente si è mosso qualcosa. Dallo stomaco alle viscere, alle gambe. E’ tornato il ritmo, e mi mancava. E poi è arrivato al cervello, ha capito subito che non era il caso, ed è tornata sul cuore:

http://www.paneacqua.eu/notizia.php?id=17315

No comments yet

Leave a Reply